L'Orchestra mandolinistica di Lugano si è costituita nel 1990 
(allora e fino al 2000 con il nome di "Gruppo mandolinistico di 
Lugano") ed è stata diretta, dalla sua fondazione fino al 2016, da Mauro Pacchin

Attualmente è composta da mandolini primi, mandolini secondi, mandole, mandoloncelli, chitarre, chitarra basso, basso acustico e contrabbasso a plettro. Il suo vasto repertorio comprende musica folcloristica ticinese e di altri paesi, composizioni originali per orchestre a plettro e brani di musica classica. 
Dalla sua fondazione sono stati proposti più di 440 concerti in patria e all'estero.

Ha pubblicato la musicassetta Bella Lugano (1991) e i CD Arie del Ceresio (1993), Note senza frontiere (1996), Concerto (1999), Crescendo (2000), In punta di plettro (2002), una ricerca sui compositori di musica a plettro nella Svizzera italiana, Sur les ailes (2005), Continuità (2005), Rondo capriccioso (2007), Venti d'orchestra (2010), un ritorno in chiave diversa e divertente alla musica popolare ticinese.

Nel 2008 è stato prodotto il primo CD della formazione OML Junior dal titolo: Plink Plank Plunk. Dettagli sui contenuti dei CD e piccoli estratti sonori si possono ascoltare sotto "Discografia" (oppure su Youtube e su mx3.ch).

Nel 1995 l'OML si è aggiudicata il primo posto assoluto nella categoria "plettri" al Gran Premio di musica popolare svoltosi a Mendrisio; ha partecipato ai Festival per orchestre a plettro di Saarbrücken, Germania (1992), di Granada, Spagna (2002) e Hergiswil (2006). 

Nel 1999 ha vinto il "Premio speciale" per la migliore interpretazione del brano d'obbligo al concorso internazionale Giacomo Sartori tenutosi in Italia, ad Ala di Trento.
Nel 1992 l'OML ha organizzato il primo convegno ticinese di musica a plettro a Lugano.
Scuola

La scuola di mandolino, di mandola, di chitarra e di contrabbasso dell'OML ha come scopo quello di preparare le nuove leve che entreranno in futuro a far parte dell'orchestra.

L'OML è stata invitata dal 4 all'11 aprile del 2015 in Corea del Sud, dove ha tenuto quattro concerti che hanno visto la partecipazione in qualità di solista del violinista dell'Orchestra della Svizzera italiana (OSI) Piotr Nikiforoff.

Dal 23 al 25 maggio sempre del 2015 si sono tenuti i festeggiamenti per il XXV della formazione luganese. In seguito, nel 2016, è uscito l'ultimo CD dal titolo OML & Friends, registrazione live del concerto per questo anniversario, che ha avuto luogo all’Auditorio Stelio Molo della RSI di Lugano-Besso il 24 maggio 2015. Solisti ospiti per l’occasione Federico Cicoria (oboe), Duilio Galfetti (mandolino), Piotr Nikiforoff (violino), tutti membri dell’Orchestra della Svizzera italiana (OSI).

Con i tre concerti primaverili del 2016  Mauro Pacchin ha terminato la sua attività di direttore dell’OML.

A partire da settembre 2016  fino al 31 agosto 2018 la direzione dell’OML è stata assunta da Tatjana Osipova.

Dal 1. settembre 2018 è subentrato quale nuovo direttore Nicola Bühler.
Pagine secondarie (2): Maestro Scuola